Spirulina: l'ingrediente blu del siero Blue Balance

– Valeria Nidoli

Spirulina: l'ingrediente blu del siero Blue Balance

Spirulina: l'ingrediente blu del siero Blue Balance

Negli ultimi decenni, i ricercatori hanno rivolto la loro attenzione alle microalghe come la spirulina per la preparazione di prodotti naturali salutari in campo alimentare e cosmetico. La spirulina è una delle specie più promettenti, grazie al suo prezioso contenuto di fitoattivi e alla sua catena di produzione più ecologica e sostenibile. La spirulina è una microalga del tipo cianobatterio, coltivata da secoli in Africa e in Ciad.  

La Spirulina maxima è considerata altamente sostenibile grazie a molteplici fattori: è facilmente coltivabile in "bioreattori" sotto la luce del sole con un notevole risparmio di acqua e di suolo e senza la necessità di pesticidi o erbicidi. Il processo di produzione garantisce un elevato risparmio economico in quanto viene utilizzata l'intera microalga, a differenza di altre colture ortofrutticole in cui si utilizzano solo radici, steli o foglie. Inoltre, contribuisce al risparmio energetico, alla riduzione delle emissioni di gas serra e all'ambiente in generale.  

Quest'alga cresce in acqua a diverse temperature ed è sottoposta a radiazioni UV estreme. Sintetizza, tra gli altri, due ingredienti principalmente per difendersi e sopravvivere a questi fattori esterni sfavorevoli.  

Grazie alla biotecnologia blu, possiamo selezionare o isolare questi principi attivi benefici per trovare nuove materie prime più efficaci e completamente naturali, che possiamo considerare come filtri biologici.  

 

Contrassegnato : Biotecnologia blu, blog_filter_Attivi, Blue Balance, idratante pelle grassa, luce blu, Niacinamide, Pelle grassa, spirulina

0 commento

Lascia un commento

Tutti i commenti del blog sono controllati prima di essere pubblicati.