Best Sellers

VENDITA SPECIALE

Routine siero Duo illuminante 2x10ml

Prezzo normale
€29,90
Prezzo di vendita
€29,90
Prezzo normale
€37,90
Prezzo unitario
per 
Illumina, attenua le macchie
Vital C · Glicolmix

Contorno occhi Flash Siero 15ml

Prezzo normale
€34,90
Prezzo di vendita
€34,90
Prezzo normale
€34,90
Prezzo unitario
per 
Antirughe, riduce borse e occhiaie

Siero Vital C 30ml

Prezzo normale
€49,90
Prezzo di vendita
€49,90
Prezzo normale
€49,90
Prezzo unitario
per 
Vitamina C, luminosità, idratante, antistress
VENDITA SPECIALE

Pack Vital C Siero + Crema

Prezzo normale
€49,90
Prezzo di vendita
€49,90
Prezzo normale
€74,90
Prezzo unitario
per 
Vitamina C, luminositá, idratante, antistress

Ci consigliano:

Perchè Segle?

ATTIVI BIOTECNOLOGICI DALLE PIANTE E DAL MARE.

SPECIALISTI IN SIERI DALLA MAGGIOR EFFICACIA.

DIVERSE FORMULE, ALTA CONCENTRAZIONE DI ATTIVI.

PRODOTTI MULTI-AZIONE, MENO PASSAGGI, PIÙ BENEFICI.

  • Come interagisce l'acido ialuronico con il tuo ingrediente preferito?

    Come interagisce l'acido ialuronico con il tuo ingrediente preferito?

    Come interagisce l'acido ialuronico con i nostri ingredienti preferiti per la cura della pelle? L'acido ialuronico è in grado di trattenere più di mille volte il suo peso in acqua ed è uno degli ingredienti idratanti più ricercati.  Gli " ingredienti amici " dell'acido ialuronico In effetti, non sono molti gli ingredienti con cui l'acido ialuronico non collabora. Questo idratante è generalmente sicuro per tutti i tipi di pelle, non ha reazioni negative note e può aiutare a idratare e riparare la pelle nei momenti di bisogno. Scopriamo quali sono gli ingredienti con cui va più d'accordo Retinolo Il retinolo è un potente ingrediente derivato dalla vitamina A che stimola la produzione di collagene e favorisce il rinnovamento cellulare. Il retinolo deve essere convertito in retinaldeide e quindi in acido retinoico nel tessuto cutaneo. L'acido retinoico è l'unico retinoide che stimola il collagene, quindi la conversione è assolutamente necessaria perché il prodotto funzioni. Il retinolo agisce sulla pelle a diversi livelli: ▪️ Stimola la produzione di collagene, migliorando la compattezza e l'elasticità.▪️ Aiuta a prevenire la formazione di rughe e a riempire le linee sottili o le rughe esistenti. ▪️ Ha un effetto di rinnovamento cellulare per rendere la pelle più luminosa e liscia. ▪️ Aiuta inoltre ad attenuare le macchie scure, le macchie solari e l'iperpigmentazione". Come agisce il retinolo con l'acido ialuronicoIl retinolo e l'acido ialuronico funzionano molto bene insieme, in quanto si bilanciano a vicenda: l'acido ialuronico agisce come meccanismo tampone contro alcune delle irritazioni che la pelle può sperimentare con i retinoidi, ma allo stesso tempo può ridurre in qualche modo l'azione del retinolo. Si consiglia quindi di utilizzare prima il retinolo e di applicare dopo qualche minuto un altro siero contenente acido ialuronico. Niacinamide La niacinamide è un derivato naturale della vitamina B, essenziale per il sano funzionamento delle cellule cutanee. È un attivo multi-azione: può eliminare efficacemente l'acne, minimizzare i pori, depigmentare e persino ridurre le linee sottili e le rughe. Questo ingrediente è inoltre altamente compatibile con quasi tutti i prodotti della routine di skincare.Come agisce la niacinamide con l'acido ialuronicoLa niacinamide e l'acido ialuronico sono ingredienti idrosolubili che lavorano bene insieme per idratare e levigare la pelle, lasciandola ringiovanita e minimizzando i segni dell'invecchiamento e le linee sottili. Vitamina C     La vitamina C è un potente antiossidante e un nutriente essenziale che ci protegge dai radicali liberi dannosi e promuove il rinnovamento delle cellule della pelle.    La vitamina C è nota per una serie di benefici, come l'effetto antinfiammatorio, la stimolazione della sintesi di nuovo collagene, la potente protezione antiossidante e l'inibizione della melanogenesi o della pigmentazione scura. Studi clinici hanno dimostrato che la vitamina C migliora le rughe sottili e profonde, la struttura e il tono della pelle, l'ingiallimento e lo scolorimento, e migliora l'idratazione, l'elasticità e la compattezza della pelle.    Come agisce la vitamina C con l'acido ialuronico    La combinazione di vitamina C e acido ialuronico può generalmente avere risultati simili al retinolo a basse dosi. La vitamina C e l'acido ialuronico agiscono insieme per illuminare e idratare la pelle, attenuare visibilmente le rughe e migliorare la consistenza e l'aspetto della pelle.  Acido salicilico L'acido salicilico è un beta-idrossiacido solubile in olio, il che significa che può facilmente passare attraverso gli strati lipidici delle cellule cutanee e penetrare nella pelle a un livello più profondo rispetto ai prodotti solubili in acqua. L'acido salicilico agisce come agente antibatterico topico grazie alla sua capacità di promuovere l'esfoliazione e l'assorbimento del sebo; è un ingrediente davvero potente contro l'acne che aiuta a rimuovere il sebo in eccesso dalla pelle. Inoltre, aiuta a trattare punti neri e comedoni riducendo la dimensione dei pori.Come agisce l'acido salicilico con l'acido ialuronico L'acido ialuronico è generalmente complementare all'acido salicilico con i suoi benefici idratanti. L'acido salicilico può talvolta far sentire la pelle secca dopo l'uso. In combinazione con l'acido ialuronico, la pelle è in grado di trattenere l'umidità e l'acqua perse. Acido glicolico L'acido glicolico è un AHA (alfa-idrossiacido) derivato dalla canna da zucchero. Le sue dimensioni ridotte facilitano un rapido assorbimento nella pelle, agendo come un esfoliante molto potente, che lo rende ideale per levigare le linee sottili, migliorare la consistenza della pelle e l'aspetto dei pori e indurre la pelle a produrre più collagene. L'acido glicolico è anche usato per aiutare ad attenuare le macchie solari o le cicatrici da acne. Come agisce l'acido glicolico con l'acido ialuronico L'acido glicolico funziona generalmente come esfoliante e l'acido ialuronico come idratante, per cui gli esperti sostengono che le due sostanze si sposano bene. L'acido glicolico aumenta il ricambio cellulare, che a volte può causare irritazioni cutanee, quindi è importante combinarlo con un idratante, come l'acido ialuronico. L'uso congiunto dei due prodotti porta a una pelle più luminosa e liscia. Collagene Il collagene è la più importante proteina strutturale dell'organismo e si trova nella pelle, nelle ossa, nei tendini e nei muscoli del corpo. Funziona per tenere insieme gli strati della pelle formando una rete che fornisce forza e struttura alla pelle. Il collagene svolge un ruolo importante nel rafforzare la pelle, aumentandone l'elasticità e l'idratazione, e contribuisce a conferire alla pelle un aspetto liscio e giovane. Quando la pelle invecchia ed è esposta a fattori esterni, come i raggi UV, il tasso di produzione di collagene nel corpo inizia a rallentare. Il collagene topico è un eccellente idratante e aiuta la pelle ad apparire e a sentirsi più liscia e morbida.  Come funziona il collagene con l'acido ialuronico L'acido ialuronico è uno degli ingredienti chiave per aumentare il collagene. Poiché sia l'acido ialuronico che il collagene forniscono alla pelle idratazione e nutrimento, i due, lavorando insieme, possono contribuire a ridurre i segni dell'invecchiamento, come le rughe d'espressione e profonde, lasciando la pelle liscia e luminosa.

  • Come idratare la pelle con i prodotti?

    Come idratare la pelle con i prodotti?

    Qual è la migliore crema idratante e quante volte al giorno devo applicarla? I passaggi fondamentali di qualsiasi routine di cura del viso sono sempre la pulizia, l'idratazione e la protezione dal sole. Indipendentemente dal tipo di pelle, dall'età e da altre condizioni, questi passaggi sono basilari e inamovibili, poiché sono responsabili del mantenimento dei 3 pilastri fondamentali di una pelle sana: pulizia, idratazione e prevenzione. Una volta interiorizzata questa lezione, è necessario capire che i prodotti della routine devono essere personalizzati in base alle esigenze di ciascun individuo.Uno dei passaggi più discutibili è l'idratazione, poiché alcuni ritengono che non sia necessaria. Questa affermazione viene tipicamente fatta da persone con pelle grassa o acneica, che credono che l'uso di qualsiasi crema idratante peggiori la loro condizione. Niente di più sbagliato, perché l'uso di una crema idratante perfetta può aiutare a ripristinare l'equilibrio della pelle. La pelle grassa, più è disidratata, più produce olio per proteggersi. L'idratazione è essenziale Quando si dice che l'acqua è essenziale per il nostro corpo, non si esagera e questo vale anche per la pelle. Quando parliamo di idratazione, ci riferiamo proprio alla quantità di acqua presente nelle cellule della pelle. L'acqua conferisce alla pelle forza ed elasticità, la fa apparire e sentire sana. Per capirlo meglio, facciamo un esempio. Immaginate che queste cellule cutanee siano come palloncini che, riempiti d'acqua, appaiono lisci, morbidi ed elastici. Ci sono alcune condizioni che causano la perdita di acqua dalla pelle, ma noi abbiamo una barriera naturale che può proteggerci da questi agenti e trattenere l'umidità nella pelle. Questa barriera è costituita dallo strato più esterno della pelle, lo strato corneo, formato da cellule morte che si agglomerano come mattoni e sono tenute insieme dai lipidi. A volte questa barriera non funziona bene come dovrebbe, per cui l'acqua fuoriesce dalle cellule, che quando si sgonfiano hanno un aspetto rugoso, opaco e cadente. Perché la pelle si disidrata La disidratazione influisce sull'aspetto della pelle, facendola apparire più rugosa, desquamata, opaca e spenta. Oltre a essere fastidioso e sgradevole, può essere doloroso e pruriginoso. La pelle perde acqua a causa di diversi fattori che alterano la barriera lipidica cutanea: - Ambiente molto secco o molto caldo - Saponi o detergenti troppo aggressivi - Uso errato di agenti esfolianti fisici come spugne, asciugamani o scrub con particelle. - Utilizzo di acqua troppo calda per troppo tempo. - Aria condizionata o riscaldamento - Non bere abbastanza acqua - Condizioni come eczema o dermatite. Scegli la miglior idratante Quando si sceglie la crema idratante ideale è essenziale considerare il proprio tipo di pelle, in quanto questo determinerà la texture, la formulazione e la composizione da scegliere. È importante capire la differenza tra pelle grassa e pelle secca e perché entrambe possono trarre beneficio dall'uso di una buona crema idratante. Quando parliamo di idratazione ci riferiamo all'acqua, ma quando parliamo di umidificazione ci riferiamo allo strato lipidico che protegge la pelle. Le persone con la pelle secca devono prestare attenzione all'idratazione e all'apporto di sostanze idratanti perché il loro tipo di pelle indica che non producono abbastanza grasso per mantenere l'acqua nella pelle. Le persone con la pelle grassa, invece, non hanno bisogno di umidificare in modo aggressivo, poiché possiedono naturalmente i lipidi che aiutano a formare la barriera protettiva nello strato corneo. In effetti, se una persona con la pelle grassa non idrata adeguatamente la propria pelle, scatta un allarme che fa sì che la pelle cominci a generare più olio per impedire la fuoriuscita di quel poco di umidità che ha. Di conseguenza, l'aspetto della pelle peggiora, diventa più acneica, produce punti neri e pori dilatati. Molte persone "guariscono" dall'acne quando iniziano a idratare la pelle, perché questo riequilibra le funzioni cutanee. Idratante per pelli grasse La migliore crema idratante per la pelle grassa sarà quella con una texture leggera e non grassa, contenente ingredienti igroscopici, che catturano l'acqua dall'ambiente, ma non alterano lo strato lipidico naturale. Per esempio, il Gel Crema Blue Balance contiene ingredienti che leniscono rossori e infiammazioni, opacizza, protegge la pelle dalla luce blu e idrata grazie all'acido ialuronico e alla niacinamide, il tutto in una crema di facile assorbimento. Idratante per pelli secche La migliore crema idratante per la pelle secca combina ingredienti igroscopici e occlusivi che assorbono l'umidità e nutrono lo strato corneo per impedirne la fuoriuscita. La crema Cellular Plus, ad esempio, offre il meglio di entrambi i mondi. Non solo è ricca di acido ialuronico, collagene marino ed elastina, ma contiene anche cellule staminali di Argan, che attivano la produzione di collagene ed elastina. Gli oli di argan, jojoba, mandorle e burro di karité agiscono come occlusivi, offrendo al contempo proprietà emollienti, lenitive, ammorbidenti e nutrienti. Come applicare la crema idratante Esistono numerosi studi volti a determinare la frequenza d'uso dei vari prodotti per la cura del viso; sebbene alcuni differiscano nel numero di prodotti da incorporare in ogni routine, tendono a concordare sull'applicazione della crema idratante, in quanto si tratta di un passaggio fondamentale. In ognuna delle routine valutate, si ritiene ideale utilizzare una crema idratante almeno due volte al giorno, dopo la pulizia della pelle.- Durante il giorno è fondamentale utilizzare la protezione solare, anche quando non si esce di casa, mentre la sera si può approfittare per idratare e utilizzare principi attivi fotosensibili.- Al mattino è necessario detergere la pelle con un sapone delicato, applicare una crema idratante e una protezione solare.- A fine giornata, se sei truccata, puoi usare un detergente a base di olio e poi un sapone delicato, applicare una crema idratante e tutti gli altri principi attivi di cui hai bisogno per trasformare la pelle. L'uso della giusta crema idratante due volte al giorno sarà sufficiente a mantenere la pelle luminosa e fresca. E se lo integri con altri prodotti, noterai cambiamenti ancora più evidenti nel tuo viso: minimizzerai le rughe, proteggerai e manterrai la tua freschezza molto più a lungo.Sei a una crema di distanza dalla pelle perfetta! Visualizza il catalogo delle creme.

  • Attenzione! Queste abitudini aggiungono anni extra alla tua pelle senza che tu te ne accorga.

    Attenzione! Queste abitudini aggiungono anni extra alla tua pelle senza che tu te ne accorga.

    Se ci fermiamo a riflettere, il detto "la pelle bella è di famiglia" non è proprio esatto... perché l'invecchiamento cutaneo intrinseco o ereditario rappresenta solo il 25% del totale. Ma più che del passare degli anni, dovremmo preoccuparci di altri fattori che dipendono da noi. Se iniziassimo a pensare a cosa accelera davvero l'invecchiamento, rimarremmo sorpresi. Ogni giorno "costruiamo" la nostra pelle con quelle abitudini o consuetudini che mettiamo in atto automaticamente. Prendere il sole senza alcun tipo di protezione, la nostra alimentazione o anche il luogo in cui viviamo fanno parte dell'elenco di una parola che oggi ti sveliamo (e che non dimenticherai): l'exposome. Anche se siamo certi che tu ti sia gia fatto un'idea, ti diremo - in modo più tecnico - che tratta di tutti quei fattori esterni che ci influenzano per tutta la vita e che si riflettono in segni biologici e clinici. Ovvero ciò che ti interessa: rughe, mancanza di tonicità, flaccidità, ecc. Questi nemici della pelle non possono essere sempre controllati - le condizioni atmosferiche, per quanto tu voglia che smetta di piovere il giorno in cui ti lisci i capelli, sono fuori dalla tua portata - ma per scoprire quali puoi controllare, ti diremo quali sono gli elementi da tenere in considerazione. Inquinamento ambientale Vivere in una grande città ha molti vantaggi - dillo alla tua agenda - ma non fa particolarmente bene alla tua pelle. Le microparticelle che ci circondano vanno da quelle emesse dai tubi di scappamento dalla combustione della benzina, ai gas emessi dalle industrie o anche a quelle che ci raggiungono attraverso l'evaporazione naturale dell'acqua del mare. Una serie di agenti inquinanti che inevitabilmente raggiungono la pelle (aiuto!). Anche se idealmente il nostro corpo dovrebbe respingerle, ci sono sostanze che ostruiscono i pori e altre che attraversano l'epidermide e reagiscono con l'ossigeno delle cellule e dell'aria. A questo punto compaiono i temuti radicali liberi. E le conseguenze? Un'alterazione della pelle, sia disidratandola (la sentirai molto secca e persino pruriginosa) sia rendendola più grassa con un eccesso di sebo. Se la pelle è irritata, è più probabile che si verifichino eruzioni cutanee, eczemi o dermatiti. Ma anche acne adulta (proprio quando pensavi che fosse finita con l'adolescenza...), macchie, tono della pelle non uniforme e colorito spento. L'invecchiamento non è accelerato solo sul viso, ma anche sulle mani si notano macchie scure dovute alla stimolazione della pigmentazione. E, naturalmente, le rughe non possono mancare nell'elenco. Radiazione solare È probabilmente il più noto. Dovremmo evitarla se vogliamo raggiungere l'età delle nostre nonne con una pelle splendida (e non solo perché fin da bambini siamo stati avvertiti dei pericoli del sole quando ci spalmavano di crema prima di andare in spiaggia). Anche se associamo i danni cutanei del sole all'estate, la verità è che dobbiamo proteggerci dal sole tutto l'anno. Sì, devi assicurarti di avere una crema solare in borsa da gennaio a dicembre. Esistono diversi tipi di radiazioni che colpiscono la pelle. Tra tutte, spiccano gli UVA, che sono presenti tutto l'anno e producono invecchiamento o macchie, e gli UVB, che colpiscono maggiormente nei mesi estivi a causa della vicinanza del sole e producono eritemi (arrossamenti dovuti all'esposizione) e scottature.A settembre potrai anche avere un'abbronzatura fantastica, ma è sana? Basta pensare che subito dopo l'esposizione al sole si notano secchezza, colorito spento o differenze di pigmentazione. A lungo termine questo si traduce in rughe, cedimenti, flaccidità, tono non uniforme e macchie. Tabacco Che il fumo non faccia bene lo sappiamo già, ma ti sei mai soffermato a pensare all'effetto che ha sulla tua carnagione? Innanzitutto, il fumo secca la pelle, lasciandola disidratata e spenta, con una sfumatura grigiastra. Il tabacco favorisce la formazione di radicali liberi perché contiene migliaia di sostanze chimiche nocive (quasi 4.000!). E se questo non ti ha convinto delf atto che è meglio rinunciare alle sigarette, devi sapere che il fumo danneggia la crescita delle cellule dermiche - e quindi rallenta la sintesi di collagene ed elastina. Non solo si rischia di ritrovarsi con una mancanza di compattezza prima del tempo. Si formano inoltre rughe più profonde non solo su tutto il viso, ma soprattutto intorno alle labbra, a causa della contrazione del muscolo orbicolare che circonda la bocca ( hai mai sentito parlare del termine "codice a barre"? Ebbene, si tratta di quelle linee verticali). Rughe, pelle secca e? macchie! L'iperpigmentazione o l'ipopigmentazione sono altre alterazioni cutanee sparse, anch'esse causate dal fumo. Il nostro suggerimento? Scommetti sulla salute della tua pelle e dedica i soldi risparmiati sulle sigarette a un buon siero antiossidante! Modalità "recupero pelle" ON. Alimentazione Conosci l'espressione "siamo ciò che mangiamo"? Nel caso della pelle, è perfettamente vero. Il 30% delle rughe è dovuto al consumo eccessivo di alcol, carne, latticini o zuccheri raffinati che accelerano l'ossidazione cellulare. Questo significa che se mangiamo solo salmone e avocado come Victoria Beckham, vivremo per sempre? Non è così, ma possiamo assicurarvi che una delle chiavi per ritardare l'invecchiamento è un'alimentazione ricca di antiossidanti in cui frutta, verdura e legumi sono protagonisti. Il cioccolato fondente (con moderazione), i broccoli e il tè verde non dovrebbero mai mancare nella tua cucina.     Lo stress Lavoro, progetti con la famiglia, e se c'è da fare la lavatrice? È impossibile non essere stressati a un certo punto della settimana (se non lo sei, svelaci il tuo segreto nella sezione commenti 🙏 ). Lo stress ci fa secernere più cortisolo, una sostanza che ci mantiene in uno stato di allerta quando percepiamo segnali di pericolo o di sfida. E se da un lato ci permette di fuggire rapidamente se ci troviamo in una situazione rischiosa, dall'altro crea scompiglio sulla carnagione interrompendo la funzione di barriera della pelle. I livelli di collagene ed elastina diminuiscono, la guarigione è più lenta e le infiammazioni (dermatiti, rosacea, acne...) sono alcune delle conseguenze. Inoltre, provoca un aumento dei radicali liberi nella pelle, quindi è il momento di prendersi un minuto per fare un respiro profondo o di provare l'app di meditazione che tutti i tuoi amici hanno già scaricato. Tenendolo a bada, possiamo evitare gli effetti negativi che ha sulla pelle: si atrofizza (diventa più sottile), diminuisce la permeabilità, la sua funzione di barriera si deteriora e, a lungo andare, non solo aumenta la secchezza, ma anche le rughe e la comparsa di macchie. Mancanza di sonno Il sonno è essenziale per il recupero. Non solo per riposare e affrontare il giorno dopo con le batterie fresche. Mentre dormiamo tutte le cellule del nostro corpo si rigenerano, quindi il mito del sonno di bellezza (che andare a letto presto rende più belli) è vero se si riesce a dormire 8 ore. La qualità più elevata del sonno si ha negli stadi 3 e 4, che corrispondono al sonno profondo. In questo momento viene rilasciato l'ormone della crescita e avvengono la rigenerazione della pelle e la riparazione dei tessuti. Stai lontano dagli schermi per almeno un'ora prima di andare a letto, prendi un libro e rilassati. La prossima volta che la sveglia suonerà, sarà meno difficile alzarsi presto se hai dormito bene. Temperatura Il fatto che si viva in un luogo più freddo o più caldo non è importante quanto il fatto che la pelle sia esposta a contrasti di temperatura quando si passa da un estremo all'altro. Anche d'estate o d'inverno, la differenza tra la temperatura della strada e quella degli interni degli edifici climatizzati è una bomba a orologeria per la pelle. Essi provocano una vasodilatazione dei vasi sanguigni in un tempo molto breve, che porta alla formazione di vene a ragno. Perdendo la loro elasticità, queste vene superficiali non tornano allo stato precedente (e, brutta notizia, possono essere rimosse solo con il laser). Luce blu degli schermi E se eri già sopraffatta dal numero di fattori da tenere in considerazione, l'ultimo ad aggiungersi alla lista è la luce blu emessa da dispositivi come telefoni cellulari e computer (vedi che ti abbiamo detto di lasciarli via prima di andare a letto?). Gli schermi influenzano la produzione di melatonina, che altera i cicli del sonno. Con troppo poco e troppo poco riposo, la fase di rigenerazione cellulare diminuisce. Inoltre, le radiazioni aumentano il rischio di pigmentazione perché la pelle capisce che è necessario proteggersi dalla luce più a lungo e stimola la produzione di melanina, responsabile delle macchie.     Per concludere, non possiamo fermare l'invecchiamento, tutt'altro (ricordati che non sei Jennifer Aniston). Ma è vero che, proteggendoci da questi fattori, possiamo ritardarla e vivere con una pelle più sana e più bella, naturalmente! 

  • I benefici del retinolo in base al tipo di pelle

    I benefici del retinolo in base al tipo di pelle

    Scopri i benefici del retinolo per ogni tipo di pelle e come usarlo per sfruttarlo al meglio (e senza effetti indesiderati). Il retinolo è uno dei principi attivi più noti - e più studiati - della cosmesi, famoso soprattutto per essere "il re contro le rughe" ed è vero! Centinaia di studi clinici condotti a partire dagli anni '70 hanno dimostrato la sua azione anti-invecchiamento e anti-rughe. Tuttavia, questa molecola ha molti altri benefici, anche per la pelle giovane o priva di rughe. Sapevate infatti che il retinolo è stato utilizzato in dermatologia a partire dagli anni '60 per il trattamento dell'acne? Questo è stato il primo e principale obiettivo, e quando si è visto il suo grande potere di rinnovamento cellulare e di inversione dei danni da fotoinvecchiamento, ha iniziato ad essere applicato nei cosmetici anti-età. Il retinolo è un principio attivo circondato da miti e ignoranza per quanto riguarda il suo utilizzo. Per questo motivo, nel post di oggi ti spiegheremo come il retinolo agisce su ogni tipo di pelle e quali benefici può trarre da questo principio attivo rinnovatore. Sì, il retinolo è adatto anche alle pelli giovani, miste e grasse, persino a quelle sensibili e secche, e anzi le migliora notevolmente se sappiamo come applicarlo. Che cos'è il retinolo o i retinoidi? Prima di tutto, facciamo il punto: i retinoidi, che sono diverse forme di vitamina A (tra cui il retinolo puro o acido retinoico) sono molecole di piccole dimensioni, con una grande capacità di penetrare negli strati più profondi della pelle (derma) e lì promuovere il rinnovamento cellulare (rigenerazione) e stimolare la formazione di collagene ed elastina. Tutto questo rende il retinolo così efficace nel combattere i segni dell'invecchiamento (rughe, mancanza di compattezza, macchie), ma anche nel migliorare la consistenza, la luminosità, i segni... Il retinolo è molto più di un principio attivo anti-età, grazie alla sua capacità di rinnovamento cellulare, possiamo parlare di un principio attivo che trasforma la pelle. Ed ecco come migliora i vari tipi di pelle: Siero Tinolvital 30ml   Pelle mista, grassa o a tendenza acneica I retinoidi hanno un'azione seboregolatrice, cioè inibiscono la produzione di olio in eccesso, opacizzando e riducendo la lucidità della pelle mista e grassa, oltre a liberare i pori e migliorarne l'aspetto. Queste due proprietà rendono il retinolo perfetto per prevenire e trattare l'acne, insieme alla sua azione antinfiammatoria. Inoltre, l'azione esfoliante e rigenerante del retinolo elimina i segni e le cicatrici dell'acne "vecchia". Pelle mista, grassa o a tendenza acneica? Pelle più equilibrata, opaca e liscia, con pori meno visibili. Ricorda che il retinolo è sempre un trattamento notturno. Se desideri una routine completa, ti consigliamo di provare la routine Siero Duo Riequilibrante, che ti fornirà anche la tua dose quotidiana di idratazione e protezione senza lasciare sensazione di unto. Routine siero Duo Riequilibrante 2x10ml Pelle sensibile Il retinolo è spesso sconsigliato alle pelli sensibili perché può essere irritante. È vero che si tratta di un potente principio attivo, ma i retinoidi hanno anche la capacità di migliorare la funzione di barriera della pelle (la prima linea di difesa) e di renderla più resistente. Il segreto per la pelle sensibile è scegliere un retinoide delicato (come il palmitato di retinile del nostro siero Tinolvital, che è la forma meno irritante di retinolo) e iniziare a usarlo progressivamente in modo che la pelle si abitui. Si può iniziare a usare Tinolvital 2-3 sere a settimana e aumentare gradualmente. Inoltre, si consiglia di utilizzare al mattino il siero Skin Factor, che ha un grande potere rigenerante e lenitivo. In questo modo eviteremo che la pelle si secchi o dia prurito, oltre a sfruttare tutta la sua azione anti-età. Pelle secca Anche se all'inizio l'uso del retinolo può provocare una certa secchezza, ciò avviene solo fino a quando la pelle non si adatta (il famoso processo di retinizzazione). Il retinolo aumenta la sintesi naturale di collagene, elastina e acido ialuronico, componenti essenziali di una pelle sana, forte e vigorosa, per cui anche la pelle secca può beneficiare di tutto il suo potere anti-età e rinnovatore senza alcun impatto negativo. Oltre a iniziare gradualmente, come per le pelli sensibili, consigliamo di integrare il trattamento con principi attivi idratanti e nutrienti che ogni routine viso per pelli secche dovrebbe avere. Ad esempio, si può applicare la crema Tinolvital dopo il siero (15 minuti dopo, per non interferire con la sua efficacia), che potenzierà l'effetto del retinolo e fornirà acidi grassi che aggiungeranno ulteriore nutrimento e morbidezza. Oppure sceglierne un' altra! Tutte le nostre creme hanno texture emollienti e delicate che confortano la tua pelle. Scoprile! Crema Tinolvital 50ml Pelle opaca e/o con macchie Il retinolo, oltre ad avere un'azione di rinnovamento cellulare (che fa apparire la pelle più luminosa, rinnovata), riduce inoltre l'attività dei melanociti (cellule che producono melanina), motivo per cui attenua le macchie causate dal sole (fotoinvecchiamento) e lascia un tono di pelle più uniforme e luminoso. Questa azione è potenziata nel nostro trattamento Tinolvital grazie a un principio attivo naturale: l'estratto di Bellis perennis (margherita), un agente schiarente con effetto illuminante immediato. Se desideri aumentare l'azione depigmentante e schiarente, ti consigliamo di integrare Glicolmix, un esfoliante chimico a base di AHA da utilizzare come trattamento settimanale (o 2-3 volte a settimana). Noterai molto prima una pelle più morbida, liscia, luminosa e uniforme! Siero Glicolmix 30ml   Come puoi vedere, il retinolo è molto più di un principio attivo anti-età e, scegliendo quello giusto, tutti i tipi di pelle possono trarne beneficio. Conoscevi questi effetti?  

  • È necessario riapplicare la protezione solare anche se non prendo il sole?

    È necessario riapplicare la protezione solare anche se non prendo il sole?

    Ti spieghiamo quando e come applicare correttamente la protezione solare Incorporare una buona protezione solare nella nostra routine di cura personale è più di un capriccio, è una vera e propria necessità, in quanto previene il tumore della pelle (più del 90% dei tumori della pelle sono una conseguenza dell'esposizione al sole). L'uso della protezione solare non impedisce di abbronzarsi, tuttavia, a causa della cultura dell'abbronzatura, non siamo abituati a usarla quotidianamente.In realtà, ci sono molti miti che riguardano il suo utilizzo, le modalità di applicazione, la necessità di riapplicarla se non si prende il sole, la frequenza e la necessità di utilizzarla anche quando si è al chiuso.Ecco perché affronteremo alcune di queste domande e concetti, con l'obiettivo di trovare il modo corretto e più efficace di usare la protezione solare. Devo usare la protezione solare anche quando non mi espongo al sole? La risposta breve è sì, certo che devi usare la protezione solare anche se non hai intenzione di uscire di casa o dall'ufficio. Può sembrare che stare al chiuso significhi non ricevere la luce del sole e anche se questo è relativamente vero, a meno che non ci si trovi in una scatola chiusa senza finestre o luce, ci sarà sempre un certo grado di esposizione ai raggi ultravioletti.I vetri delle finestre non bloccano i raggi ultravioletti, in particolare i raggi UVA, responsabili dei danni profondi che portano all'iperpigmentazione, all'invecchiamento precoce e al cancro della pelle. In effetti, l'invecchiamento accelerato delle mani e la comparsa di macchie sono spesso molto evidenti in chi trascorre molte ore in macchina, poiché i raggi UVA passano senza problemi attraverso i finestrini dell'auto.Se ti chiedi perché non percepisci la scottatura e la pelle non diventa rossa, è perché il vetro è in grado di bloccare buona parte dei raggi UVB, che causano i danni al primo strato della pelle e si manifestano sotto forma di arrossamento, bruciore e persino vesciche. La luce blu: un altro nemico I raggi UVB che entrano dalle finestre non sono l'unica cosa da cui proteggersi: studi scientifici hanno dimostrato che l'esposizione costante alla luce blu, emessa da schermi televisivi, telefoni, computer portatili e tablet, ha effetti negativi sulla pelle. Infatti, la luce blu stimola l'ossidazione cellulare e diminuisce la produzione di collagene. Ciò si manifesta con iperpigmentazione, rughe premature, mancanza di tonicità e disidratazione. Ricorda: trascorri buona parte della tua giornata davanti a uno schermo, quindi la protezione è essenziale.  Con quale frequenza devo riapplicare la protezione solare? La regola generale è di riapplicare la protezione solare ogni 2 ore, ma questo tempo può cambiare a seconda di un paio di variabili. In primo luogo, il tipo di protezione solare utilizzata può determinare la sua durata. A seconda del tipo di protezione solare-Gli schermi solari con filtri chimici tendono a durare un po' meno perché si degradano a contatto con la luce solare, quindi devono essere riapplicati un po' più frequentemente. - Le creme solari con filtri fisici (con biossido di titanio o ossido di zinco) durano più a lungo, ma sono influenzate dal sudore e dallo strato lipidico naturale della pelle, quindi devono essere ritoccate di tanto in tanto. A seconda della giornata-Se si utilizza una protezione solare fisica (che è anche la più efficace per la luce blu) e si è lontani dalle finestre, non si suda o si nuota, si può riapplicare meno frequentemente. -Ma se sei all'aperto, esposto alla luce diretta del sole, sudi e/o nuoti, non ci sono scuse: devi riapplicare la protezione solare: - Ogni 2 ore, indipendentemente dall'SPF - Ogni 40 minuti, se si nuota o si suda abbondantemente - Ogni volta che ci si asciuga con l'asciugamanoRicordati che i danni solari sono cumulativi, quindi anche se ti esponi al sole solo per pochi minuti, è meglio rimanere protetti. Quanta protezione solare devo usare? La protezione solare deve essere SPF 30 o superiore, ad ampio spettro e se si ha una storia di scottature frequenti, melasma, iperpigmentazione o una carnagione molto chiara si deve cercare un fattore di protezione UVA+++. Ricorda che l'SPF non si somma, quindi se utilizzi una protezione solare SPF 30 e un make-up SPF 15, non significa che l'SPF finale sia 45.Affinché la protezione solare sia efficace, è necessario applicarla correttamente. Ciò significa utilizzare una quantità sufficiente di prodotto e distribuirlo bene su tutte le aree cutanee esposte. Questo include il collo, le orecchie, le spalle, le mani e, naturalmente, il viso. Consigli per misurare la quantità di protezione solare da applicare -Per (quasi) tutto il corpo Per le situazioni in cui si espone tutto il corpo (o quasi), come in piscina o in spiaggia, si dovrebbe usare l'equivalente di un bicchiere da shot. E utilizzare la stessa quantità quando si riapplica il prodotto.-Viso e collo Per calcolare la quantità da applicare sul viso e sul collo, è sufficiente tracciare due linee con la crema solare, una sul dito indice e una sul dito medio. Ricordati di applicarlo su tutto il viso, compresi fronte, orecchie, collo e décolleté.La protezione solare è l'ultimo passo della routine mattutina di cura della pelle e va applicata prima del make-up. Non preoccuparti: molti protettori, grazie alla loro consistenza, possono funzionare come un fantastico primer e altri possono essere applicati (o replicati) sopra il make-up senza problemi.In conclusione: non dimenticate la protezione solare! Questo piccolo passo può garantire la salute e la luminosità della pelle per gli anni a venire. Con la protezione solare non mi abbronzo🤔 L'abbronzatura non è salutare! Abbronzarsi significa che la nostra pelle si protegge dalle aggressioni prodotte dalle radiazioni solari producendo il pigmento melanina. È vero che usando la protezione solare ci si scotta meno facilmente, ma nessuna protezione solare offre una protezione al 100%, quindi non impedisce ai raggi solari di penetrare nella nostra pelle. Infatti, anche se non ci si scotta o non si vedono subito i danni, la pelle ha una memoria e immagazzina tutta l'esposizione: è a una certa età che compaiono le temute macchie. Anche i nostri capelli hanno bisogno di fotoprotezione Non dimentichiamo che i capelli (e il cuoio capelluto) fanno parte della pelle e soffrono anch'essi. Si disidratano, perdono lucentezza e proteine. Dovremmo applicare creme solari sul cuoio capelluto prima dell'esposizione, lavare i capelli al ritorno dalla spiaggia o dalla piscina con shampoo neutro e maschere idratanti e indossare un cappello o una cuffietta.

  • L'importanza della vitamina D nella pelle

    L'importanza della vitamina D nella pelle

    La luce solare aiuta la nostra pelle a essere sana e a produrre una vitamina essenziale: la vitamina D3 (che viene sintetizzata dopo l'esposizione alla luce del sole).Questa vitamina è necessaria affinché il calcio venga assorbito dall'organismo e fissato nelle ossa. Negli ultimi anni, però, diversi studi hanno dimostrato che i livelli di vitamina D nella popolazione sono diminuiti drasticamente e circa il 50-70% è carente di vitamina D, anche nei paesi piú soleggiati. Quali sono le cause della carenza di vitamina D? Tra i fattori principali spiccano gli stili di vita moderni (lavoro al chiuso, come a casa o in ufficio), le diete inadeguate e l'uso eccessivo di creme solari. I livelli di vitamina D diminuiscono anche a causa dei processi legati all'età. Circa il 60% delle persone di età compresa tra i 50 e i 60 anni presenta una carenza di questa vitamina, che sale all'80% negli ultrasessantacinquenni.Non solo il nostro organismo ne riduce la sintesi, ma anche i suoi recettori specifici nella pelle diminuiscono. E a causa della mancanza di questa vitamina, la nostra pelle può manifestare diversi sintomi: La funzione barriera diventa destrutturata. ▪️ La pelle diventa più fragile. ▪️ Disidratazione. ▪️ Pori più dilatati. ▪️ Mancanza di elasticità. ▪️ Comparsa di rughe. La vitamina D3 ha più di un ruolo chiave nella pelle. ✔️Rafforza la barriera cutanea e accelera la capacità di recupero. ✔️ Migliora la resistenza della pelle alle aggressioni esterne, come i raggi UV e la disidratazione. ✔️Regola la differenziazione dei cheratinociti. ✔️ Migliora le funzioni meccaniche della pelle (elasticità). ✔️ Riduce l'irritazione della pelle. ✔️ Svolge un ruolo importante a livello immunitario e riduce i processi infiammatori che causano l'invecchiamento e/o patologie come psoriasi, acne o dermatiti. La carenza di vitamina D non riguarda solo la pelle. Nelle ossa, la sua mancanza facilita l'insorgere dell'osteoporosi (soprattutto nelle donne dopo la menopausa), ma rende anche l'organismo più soggetto ad altre malattie: Le persone con bassi livelli di vitamina D hanno maggiori probabilità di subire un infarto, un ictus o un'angina pectoris. La vitamina D è coinvolta nell'attivazione della serotonina a partire dal triptofano, per cui una sua carenza può manifestarsi con astenia, stanchezza, depressione, affaticamento muscolare, ansia, ecc. Ha una forte relazione con il sistema immunitario, quindi bassi livelli di vitamina D possono indebolire la risposta immunitaria. In effetti, la mancanza di vitamina D è stata collegata a casi di covid-19, in quanto i pazienti con bassi livelli di vitamina D erano meno in grado di difendersi da qualsiasi microrganismo. Consigli per mantenere sani i livelli di vitamina D nella pelle Una dieta equilibrata Per prevenire la carenza di vitamina D, è importante mangiare più pesce grasso (come tonno e salmone). Anche il tuorlo d'uovo è ricco di vitamina D. Prendere un po di sole (senza protezione) Per sintetizzare la vitamina D, la nostra pelle ha bisogno dell'azione diretta della radiazione solare (soprattutto dei raggi UVB). I dermatologi, che ci ricordano sempre la necessità di proteggerci dai raggi solari, raccomandano un'esposizione quotidiana di 10-15 minuti senza protezione e su circa il 25% della pelle (come braccia o gambe).La luce solare è essenziale per il processo fotochimico di sintesi della vitamina D3. I raggi UV sono coinvolti nella conversione del 7-deidrossicolesterolo nell'epidermide in vitamina D3, che passa nel sangue nella sua forma attiva. Includi gli attivatori di vitamina D nella tua routine Il nostro Spray Solare Corpo e Capelli è formulato con un "attivatore di vitamina D". Si tratta di una sostanza che attiva i cheratinociti a sintetizzare la vitamina D3 dopo l'esposizione al sole.Questo principio attivo migliora anche la funzione barriera e aumenta la resistenza della pelle ai raggi UV, prevenendo eritemi e infiammazioni. Il risultato è una pelle protetta dall'invecchiamento precoce, ma nutrita con la vitamina D. Spray Solar Corporal Hair & Body   Mantenere l'equilibrio Se è vero che alcuni minuti di esposizione quotidiana al sole sono salutari per la pelle, è anche importante tenerla protetta nelle ore critiche della giornata, quando i raggi ultravioletti sono più forti.Mantenere un equilibrio tra la quantità di esposizione al sole che riceviamo e il tipo di protezione solare che utilizziamo è la chiave per mantenere la nostra pelle sana a lungo.Se desideri altri consigli, consulta il nostro articolo su come scegliere una protezione solare. Pack Solare: viso e corpo

  • Spirulina: l'ingrediente blu del siero Blue Balance

    Spirulina: l'ingrediente blu del siero Blue Balance

    Negli ultimi decenni, i ricercatori hanno rivolto la loro attenzione alle microalghe come la spirulina per la preparazione di prodotti naturali salutari in campo alimentare e cosmetico. La spirulina è una delle specie più promettenti, grazie al suo prezioso contenuto di fitoattivi e alla sua catena di produzione più ecologica e sostenibile. La spirulina è una microalga del tipo cianobatterio, coltivata da secoli in Africa e in Ciad.   La Spirulina maxima è considerata altamente sostenibile grazie a molteplici fattori: è facilmente coltivabile in "bioreattori" sotto la luce del sole con un notevole risparmio di acqua e di suolo e senza la necessità di pesticidi o erbicidi. Il processo di produzione garantisce un elevato risparmio economico in quanto viene utilizzata l'intera microalga, a differenza di altre colture ortofrutticole in cui si utilizzano solo radici, steli o foglie. Inoltre, contribuisce al risparmio energetico, alla riduzione delle emissioni di gas serra e all'ambiente in generale.   Quest'alga cresce in acqua a diverse temperature ed è sottoposta a radiazioni UV estreme. Sintetizza, tra gli altri, due ingredienti principalmente per difendersi e sopravvivere a questi fattori esterni sfavorevoli.   Grazie alla biotecnologia blu, possiamo selezionare o isolare questi principi attivi benefici per trovare nuove materie prime più efficaci e completamente naturali, che possiamo considerare come filtri biologici.     Scopri il nostro pack Blue Balance

PRODOTTI

MADE IN SPAIN

NON TESTIAMO

SU ANIMALI

CAMPIONCINI IN
TUTTI I TUOI ORDINI

RICEVI IL TUO ORDINE
IN 3 GIORNI

Cosmetica biotecnologica: efficace, sostenibile e trasparente

Crediamo nella biotecnologia verde e blu come mezzo per sfruttare le risorse che la natura ci offre e trovare ingredienti che ci permettono di immaginare, creare e sviluppare nuovi prodotti ancora più efficaci. Questa è la nuova cosmetica biotecnologica. Formuliamo nuovi prodotti con ingredienti estratti da piante (biotecnologia verde) e dal mare (biotecnologia blu) che da millenni vivono in contesti e ambienti estremi, organismi che hanno dimostrato la loro efficacia per sopravvivere. Attraverso processi biotecnologici estraiamo l'essenza di queste cellule che le rendono particolarmente efficaci e resistenti e la trasformiamo in principi attivi di efficacia superiore che possiamo applicare alla nostra pelle per rigenerarla, proteggerla dall'inquinamento, dallo stress o dalla luce blu degli schermi digitali, ecc. Estratti di alghe spirulina, staminali di argan, proteine e altri nuovi principi attivi biotecnologici ci permettono di immaginare, creare e sviluppare prodotti altamente efficaci, semplicemente imparando dalla natura. Combiniamo questi principi attivi in concentrazioni e composizioni ottimali per ottenere un'efficacia dimostrabile.

Crediamo che il siero sia il formato ideale per raggiungere gli strati più profondi della pelle, lavorare in modo più specifico per ogni esigenza e avere più capacità di trasformare la pelle. Il siero per il viso è un trattamento intensivo per la cura della pelle che agisce più in profondità rispetto ad altri formati, rendendolo il modo più efficace per ringiovanire la pelle e migliorarne le condizioni, ottenendo risultati più rapidi e duraturi. 

Il siero ci permette di immaginare e creare diverse formule che raggiungono risultati più rapidi ed efficaci. Vogliamo offrirti il meglio dell'innovazione e dell'efficacia, in contrasto con ciò che è sempre stato usato.

Siamo convinti che le cose semplici, siano sempre le migliori. Ecco perché tutti i nostri prodotti sono multi-azione, agiscono su diversi bisogni allo stesso tempo. Tutta la nostra gamma di sieri e creme per il viso contiene principi attivi idratanti e antiossidanti, oltre ad altri principi attivi specifici per ogni esigenza della pelle. Progettiamo formule complesse in modo che tu possa semplificare la tua routine. Meno passaggi, più benefici per la tua pelle.

I nostri ingredienti sono biotecnologici, ció ci permette di risparmiare fino al 99% in estensione del terreno e un 99% di consumo di acqua. La biotecnologia cosmetica non richiede grandi tratti di terra coltivabile o il consumo di acqua. È priva di pesticidi ed erbicidi e riduce significativamente l'impronta di carbonio. Di conseguenza, la produzione dei nostri prodotti ha un impatto minimo sull'ecosistema del pianeta.

Crediamo che la trasparenza sia la base della fiducia. Per questo ci assumiamo la responsabilità di comunicare tutti i nostri principi attivi, di dirti cosa sono i cosmetici biotecnologici e di spiegarti come usare i nostri sieri, creme e routine per ottenere il massimo, oltre a darti consigli trasparenti su ciò che è meglio per la tua pelle in ogni momento.

Crediamo che la cosmetica vada al di la della bellezza, deve prendersi cura delle condizioni della pelle e questo è il nostro obiettivo.

Leggi di piú